Ad annunciarlo Diego Di Flora, alla direzione artistica dell’evento: “Rappresenta la parte semplice ma anche quella estrosa della comunità”

Sarà la cantante Arisa la madrina del Napoli Pride 2021 che si svolgerà sabato 3 luglioa partire dalle ore 17.00 in piazza Dante. Ad annunciarlo è stato il direttore artistico della manifestazione, Diego Di Flora, che torna in questo ruolo dopo nove anni.

“Arisa rappresenta in pieno questo Pride – afferma Di Flora – è un insieme di arti, musica, spettacolo. E’ una donna intelligente ma soprattutto sensibile. E poi da un punto di vista puramente d’immagine, è eclettica. E in un Pride non si può scegliere la semplicità ma bisogna puntare su chi rappresenti tutti, la parte semplice ma anche quella estrosa”

Gli organizzatori e le organizzatrici annunciano una festa dal palco che coinvolgerà la piazza e la città, condotta da Francesco Mastandrea e Barbara Petrillo con la regia di Enzo Liguori:

oltre alla presenza di Arisa, ci saranno quelle di, Paola Turci e Francesca Pascale, Pamela Prati, Vincenzo De Lucia, Anna Capasso, Maria Mazza e di molti artisti napoletani come Franco Ricciardi, Emiliana Cantone, Gianluca Capozzi, Tony King e Veronica Simioli.

In apertura  sarà ricordato – a 25 anni di distanza – il Pride nazionale del 1996, il primo che si tenne al Sud, con interventi del drammaturgo Fortunato Calvino, dell’attore Gino Curcione, di Luca Trapanese, Oriana Lippa e Belatrix. Tra gli interventi politici, importanti quelli di Alessandro Zan e Vladimir Luxuria che saranno sul palco insieme al Sindaco Luigi De Magistris e all’Assessora alle Pari Opportunità del Comune di Napoli Francesca Menna.

 

0
0
0
s2smodern